news

Festa della Presentazione del Signore e XXV G.M. della Vita Consacrata

Martedì 2 febbraio, festa della Presentazione di Gesù al tempio o della Candelora e XXV Giornata Mondiale della Vita Consacrata (in allegato: Lettera della Congregazione per gli Istituti di Vita Consacrata e le Società di Vita Apostolica indirizzata a tutti i consacrati e le consacrate del mondo in occasione del 25º anniversario della Giornata Mondiale della Vita Consacrata, istituita da Papa Giovanni Paolo II nel 1997) ….
 
O Maria, donna consacrata, tu che oggi sei salita umilmente al Tempio, portando il tuo divin Figlio e lo hai offerto al Padre per la salvezza di tutti gli uomini, ti preghiamo, presenta tutti i consacrati al Signore, e rinnovati nello Spirito, possano camminare con la luce di Cristo per incontrarlo glorioso nella vita eterna. 
 
Oggi, 2 febbraio, Festa della Presentazione del Signore al Tempio e Giornata della Vita Consacrata, come comunità siamo riuniti per celebrare la “Parola di Dio”, che sempre vive in mezzo a noi e continua ad annunciare le meraviglie del Regno per renderci partecipi. 
Ogni vocazione è dono di Dio al Mondo e rivela proprio questa effusione di grazia che si perpetua nel tempo, occasione propizia per ringraziare il Signore insieme a coloro che, da Lui chiamati alla pratica dei consigli evangelici, ne fanno fedelmente professione, si consacrano in modo speciale al Signore, seguendo Cristo, casto, povero e obbediente. Vivere alla sequela del Signore diventa il valore supremo, allora tutti gli altri valori ricevono da questo la giusta loro collocazione e importanza. 
I religiosi e le religiose sono un simbolo, un segno: sono cioè persone che con la loro vita indicano significati ben più profondi e orizzonti molto più ampi. Essi dicono a tutti in maniera silenziosa ma efficace che il primato della nostra esistenza è di Dio: non c’è bisogno di parole o di lunghi discorsi, perché è la loro stessa vita a parlare, in una testimonianza profetica che racconta, ancora oggi, la bontà di Dio per ciascuno di noi. 
La Vergine Maria è la donna consacrata per eccellenza e in Lei la vita religiosa nella chiesa trova un modello perfetto di piena adesione al progetto divino. Ogni persona consacrata vive nella sua esperienza di donazione al Signore una particolare unione con Maria Santissima attraverso un filo che la lega profondamente alla Madre di Dio. 
Maria accoglie e liberamente aderisce con il suo Fiat all'azione della grazia in lei: «col suo esempio, essa insegna ai consacrati a non sciupare nulla delle grazie ricevute, a dare risposte sempre più generose alla donazione divina, a lasciarsi ispirare, muovere e condurre dallo Spirito Santo» (GIOVANNI PAOLO II, Udienza Generale del 29 marzo 1995). 
 
PREGHIERA DEI FEDELI 
 
Celebrante: Fratelli e sorelle, il Signore Gesù, in questa Eucaristia, ci fa dono della sua vita, perché anche noi impariamo a fare della nostra vita un dono. Domandiamo al Padre, fonte di ogni chiamata, la grazia di essere una comunità capace di rispondere con generosità al dono del suo amore. 
 
Preghiamo insieme: Gesù, vera luce, ascoltaci! 
 
1. Custodisci il nostro Papa Francesco, il nostro Vescovo Claudio, tutti i vescovi, sacerdoti e diaconi. Dona a loro sapienza e luce, perché nel fervore della loro fede e della loro testimonianza siano sempre lievito che fermenta la massa, preghiamo. 
 
2. Oggi celebriamo la Giornata della Vita Consacrata. Che tutti i consacrati, in particolare quelli della nostra diocesi, vivano con rinnovato slancio il carisma dei loro fondatore, per continuare ad arricchire la Tua Chiesa con la loro risposta carismatica e profetica, nel servizio generoso ai fratelli, principalmente in questo tempo difficile che tutta l’umanità sta vivendo con la pandemia, preghiamo. 
 
3. Per i giovani, in particolare quelli che sono in ricerca della loro strada di vita e stanno percorrendo cammini di discernimento e crescita cristiana, perché abbiano il coraggio di fidarsi di Dio, la costanza nell’ascolto della sua Parola e la possibilità di vivere esperienze di vera fraternità e comunione, preghiamo. 
 
4. Perché le famiglie possano rinnovare la consapevolezza di essere il primo grembo vocazionale e, così, siano capaci di valorizzare e alimentare i germi di bene seminati nel cuore dei giovani, dando loro fiducia e spazio, aiutandoli a dare il meglio di sé stessi nella costruzione di una società più giusta e fraterna, aperta all’amore di Dio e dei fratelli, preghiamo. 
 
5. Signore, che nella tua infinita creatività continui a suscitare e a sostenere nuove vocazioni, donaci giovani discepoli appassionati, che con coraggio rispondono “sì” alla tua chiamata, consacrando tutta la loro vita a servizio del tuo Regno, preghiamo. 
 
6. Apri le porte del paradiso a tutti i fedeli defunti, di maniera particolare tutti i religiosi della nostra diocesi: fa che possano contemplare il tuo volto, preghiamo. 
 
Celebrante: La tua generosità Signore supera le nostre richieste. Rendici responsabili di tutto ciò che continui a mettere nelle nostre mani e fa di noi segni della tua presenza d'amore. Tu che vivi e regni nei secoli dei secoli.
 
 
 

Seguici su
Twitter Facebook Google 
 
 

Iscriviti alla nostra newsletter

* obbligatorio
 

Redazione
info@santuariomaterdominilaterza.it

Per informazioni e pubblicità
Mariano Cangiulli
Tel  039.83.10.35
Cell 333.6907999
mariano.cangiulli@gmail.com