Il Rettore

(dallo Statuto del Santuario diocesano di Maria SS. Mater Domini)

ART. 7 

§1 Il Vescovo diocesano nomina liberamente il Rettore del Santuario (cfr. can 557 §1) il quale:

  • ne diviene responsabile dinanzi al Vescovo diocesano e Legale Rappresentante dinanzi alla legge civile;
  • provvede attentamente a che le attività proprie del Santuario siano in sintonia con i programmi pastorali della Diocesi e delle Parrocchie cittadine (cfr. can. 559);
  • cura la formazione spirituale dei membri dell’Amministrazione Mater Domini raccordandola al cammino comunitario delle altre aggregazioni parrocchiali presenti sul territorio;
  • osserva e fa osservare quanto disposto dalla Penitenzeria Apostolica, in virtù dei Rescritti del 31 agosto 1993 e del 21 settembre 2004;
  • organizza e dirige tutta l’azione pastorale che ivi si svolge (cfr. can. 562), curando in maniera particolare le celebrazioni delle solennità e delle altre feste e memorie mariane che si succedono nel corso dell’anno liturgico: Solennità di Maria SS. Madre di Dio, dell’Epifania del Signore, di Maria SS.ma Mater Domini (20 maggio) e le feste della Natività della Beata Vergine e dei SS. Medici Cosma e Damiano (27 settembre); spetta allo stesso Rettore organizzare la tradizionale celebrazione del mese di maggio e la novena in preparazione alla festa patronale e alle altre feste in genere;
  • celebra solennemente le Quarant’ore eucaristiche nei tempi e nei modi che la consuetudine locale ha già avviato.

§2 Al Rettore spettano tutte le facoltà che il diritto riconosce ai Rettori di chiese, oltre quelle previste dal presente Statuto.

Seguici su
Twitter Facebook Google 
 
 

Iscriviti alla nostra newsletter

* obbligatorio
 

Redazione
info@santuariomaterdominilaterza.it

Per informazioni e pubblicità
Mariano Cangiulli
Tel  039.83.10.35
Cell 333.6907999
mariano.cangiulli@gmail.com