news

Sospensione della Festa Patronale di Massafra

Il comunicato inviato da don Fernando Balestra
 
Il 20 febbraio scorso abbiamo celebrato il Patrocinio della Madonna della Scala a ricordo di quel 20 febbraio 1743 quando Massafra fu preservata, grazie all’intercessione di Maria, da un terribile terremoto. E con animo pieno di gioia ci stavamo preparando ai festeggiamenti civili della Madonna della Scala per domenica 3 maggio.
Ma stante l’emergenza sanitaria causata dal Covid-19 e le norme restrittive di protezione emanate dal Governo a tutela della Salute e della pubblica incolumità, dopo esserci consultati io, don Giuseppe Rettore del Santuario, e Vito Miccolis coordinatore del Comitato, sentito il nostro Vescovo e il Sindaco, abbiamo deciso che questi festeggiamenti civili in onore della nostra Patrona siano rinviati a data da destinarsi.
Non sappiamo quale sarà l’evolversi di questa pandemia, ma ora una cosa sola è importante: che ognuno resti a casa!
A noi credenti è chiesto di intercedere presso Maria SS.ma il Padre celeste perché protegga le nostre famiglie e le famiglie di tutto il mondo.
Nella preghiera che rivolgiamo a Lei, quando siamo davanti al suo Simulacro tra l’altro diciamo: «O Maria, tu ci doni Gesù: Egli è la Scala, la Provvidenza di Dio. Egli è con noi e ci protegge sempre. Un giorno la nostra città è stata liberata dai pericoli del terremoto, e noi siamo sicuri che ancora oggi, per la tua potente intercessione, saremo sostenuti nel cammino della vita.»
Intanto, affinché possiamo continuare a rivolgerci a Maria, nostra Patrona, il Simulacro della Beata Vergine resterà nella chiesa dell’Immacolata, presso la Parrocchia di San Lorenzo, fino a maggio. Se tutto finirà per maggio, come noi ci auguriamo, certamente avremo modo di onorare la nostra Patrona come meglio potremo, ma per ora non possiamo fare programmi.
In questi giorni di emergenza sanitaria, papa Francesco ha affidato la città di Roma, l’Italia e il mondo alla protezione della Madre di Dio, venerata a Roma con il titolo di Madre del Divino Amore.
Uniamoci alla preghiera del Papa con fiducia e amore filiale.
 
O Maria, tu risplendi sempre nel nostro cammino
come segno di salvezza e di speranza.
Noi ci affidiamo a te, Salute degli infermi,
che presso la croce sei stata associata al dolore di Gesù,
mantenendo ferma la tua fede. 
Tu sai di che cosa abbiamo bisogno
e siamo certi che provvederai perché,
come a Cana di Galilea,
possa tornare la gioia e la festa dopo questo momento di prova. 
Aiutaci, Madre del Divino Amore,
a conformarci al volere del Padre
e a fare ciò che ci dirà Gesù,
che ha preso su di sé le nostre sofferenze
e si è caricato dei nostri dolori per portarci,
attraverso la croce, alla gioia della risurrezione. Amen.
E papa Francesco conclude con questa antica antifona mariana: 
Sotto la Tua protezione
cerchiamo rifugio, Santa Madre di Dio. 
Non disprezzare le suppliche di noi che siamo nella prova, 
e liberaci da ogni pericolo, o Vergine gloriosa e benedetta.
 
don Fernando Balestra
 

Seguici su
Twitter Facebook Google 
 
 

Iscriviti alla nostra newsletter

* obbligatorio
 

Redazione
info@santuariomaterdominilaterza.it

Per informazioni e pubblicità
Mariano Cangiulli
Tel  039.83.10.35
Cell 333.6907999
mariano.cangiulli@gmail.com