news

“Edifichiamo comunità responsabili”

UFFICIO COMUNICAZIONI SOCIALI
COMUNICATO STAMPA
Castellaneta, 9 giugno 2019
 
COMUNICATO: A Pentecoste il Vescovo di Castellaneta, Mons. Claudio Maniago, ha consegnato alla Diocesi la lettera pastorale “Edifichiamo comunità responsabili”
 
Nella festa liturgica di Pentecoste che celebra il dono dello Spirito Santo, il Vescovo di Castellaneta, Mons. Claudio Maniago, durante la Veglia diocesana di Pentecoste tenutasi a Massafra la sera di sabato 8 giugno, il Vescovo ha consegnato la lettera pastorale.
Il titolo della lettera pastorale, il documento che indica alcuni punti fermi nel cammino pastorale della Comunità diocesana per il prossimo anno pastorale, è: Edifichiamo comunità corresponsabili.
Il documento si colloca nel solco della riflessione avviata con i convegni ecclesiali diocesani annuali sul tema delle “Parrocchie, cantiere aperto”. «Non siamo ovviamente al punto di partenza – scrive Mons. Maniago nella sua lettera alla Diocesi -: la nostra attività pastorale ci impegna già quotidianamente a capire il tempo che siamo chiamati ad abitare e manifesta lo sforzo che con passione e dedizione vede le nostre comunità adoperarsi per rispondere sempre meglio alle sfide della contemporaneità. Abbiamo però bisogno di frequenti verifiche, perché qualche volta e in alcune occasioni perdiamo di vista l’essenziale e ci perdiamo nelle questioni secondarie». E l’essenziale – continua il presule qualche paragrafo più avanti è essere riuniti nel nome di Gesù Cristo: «La celebrazione eucaristica domenicale plasma la comunità cristiana, che non si definisce dunque dal basso – come se fosse la semplice volontà di convergere dei cristiani a fare la Chiesa – ma dal corpo di Cristo offerto per tutti».
Tutto il documento mira a far maturare nei membri di tutta la comunità la consapevolezza della dignità battesimale e della chiamata per tutti a una corresponsabilità nella vita e nella missione della Chiesa. Le comunità parrocchiali – avverte Mons. Maniago – devono essere generative non tanto nel senso delle “cose da fare”, quanto piuttosto nell’assunzione di uno stile che abbandona modi di pensare ed atteggiamenti sterili per far posto a segni di fecondità che rinnovano il volto del nostro essere Chiesa.
La lettera contiene anche precise indicazioni operative per la Diocesi: solo per fare qualche esempio, la cura per la liturgia, la presenza del Consiglio pastorale parrocchiale, la Caritas e l’attenzione alla cittadinanza responsabile.
 
Ufficio Diocesano Comunicazioni Sociali

Seguici su
Twitter Facebook Google 
 
 

Iscriviti alla nostra newsletter

* obbligatorio
 

Redazione
info@santuariomaterdominilaterza.it

Per informazioni e pubblicità
Mariano Cangiulli
Tel  039.83.10.35
Cell 333.6907999
mariano.cangiulli@gmail.com